“Il minimo battito di ali di una farfalla è in grado di provocare un uragano dall’altra parte del mondo”

Recita così un proverbio cinese, che descrive come un gesto piccolo e quasi insignificante come l’impercettibile battito di ali di una farfalla possa generare qualcosa di inaspettato, in grado di produrre un effetto a catena. È su questa idea che si fonda il progetto Erasmus + 2015-2018, non a caso intitolato L’effet Papillon. Uno dei suoi obiettivi principali risiede nella volontà di sottolineare e condividere, in chiave europea, la bellezza delle idee, delle invenzioni e delle azioni nate dall’interesse, dalla curiosità e dalla necessità di trovare soluzioni ai grandi problemi del mondo per non restare passivi, consapevoli che ogni minimo gesto può rappresentare la radice invisibile di un cambiamento importante, che tanti piccoli battiti d’ali possono avere ripercussioni anche al di fuori dei confini locali.

OBIETTIVI GENERALI:

  • Far prendere coscienza dell’esistenza di un’Europa unita nonostante le differenze culturali;
  • Trasmettere ai giovani l’importanza di condividere e tutelare il patrimonio storico, culturale e artistico di ogni Paese e regione d’Europa;
  • Insegnare ad accettare le differenze come fonte di ricchezza e di valore inestimabile, al fine di tramandare i principi morali ed etici di rispetto, tolleranza e accoglienza;
  • Sviluppare il senso di cittadinanza attiva e di appartenenza a un’Europa unita;
  • Potenziare l’apprendimento delle lingue straniere consentendo la comunicazione e la conoscenza di una cultura diversa;
  • Stimolare a viaggiare per aprire le menti, esplorare nuovi orizzonti, maturare un forte senso critico;
  • Internazionalizzare l’istituto scolastico, offrendo una dimensione europea all’insegnamento, alle pratiche e alla comunità locale;
  • Cooperare a livello internazionale al fine di migliorare le pratiche educative nell’ambito dell’organizzazione e gestione del sistema scolastico.

ATTIVITÀ IN GENERALE:

  • Visite nelle città, nei musei, visione di film, serate e cene di socializzazione, attività sportive, …
  • Coinvolgimento degli enti locali e visite presso municipi e altre istituzioni, organizzazione di azioni di volontariato, …
  • Elaborazione di test, commenti, video, presentazioni, …
  • Giornate porte aperte, Festa d’Europa, …