Pubblicato sul canale youtube dell'Istituto il video della visita dei nostri studenti al Liceo di Skopje.

Pubblicate anche le foto raggiungibili al seguente link http://iisalderisiostigliano.it/papillon/index.php/gallery/category/6-macedonia

Di seguito l'anteprima.

 

ozio_gallery_lightgallery
Ozio Gallery made with ❤ by turismo.eu/fuerteventura

“Preparare i festeggiamenti per questa giornata ci ha permesso non soltanto di arricchire il nostro bagaglio di conoscenze, ma anche di imparare a divertirci stando insieme, progettando insieme, unendo la nostra creatività per raggiungere un unico traguardo: mostrare a tutti con grande soddisfazione che i principi dell’Unione Europea, come la solidarietà, l’integrazione, la tolleranza non sono concetti astratti, ma presenti nella vita di tutti i giorni”.

“Questa iniziativa ci ha insegnato molto, soprattutto il rispetto nei confronti del lavoro svolto dagli altri, anche se uno dei meriti più importanti è stato quello di averci permesso di conoscere la bellezza delle altre nazioni in maniera divertente, entusiasmante e coinvolgente. Ricorderò per sempre il valore di questa splendida festa!”.

“È stato un arricchimento da ogni punto di vista. In primis, dal punto di vista personale in quanto dal lavoro e dall’impegno di ciascuno di noi dipendeva la buona riuscita di questa giornata. Si è trattato, infatti, di coordinare e far convergere tutte le nostre ricerche per far sì che nulla potesse rovinare il nostro bel momento. Spero che questa iniziativa possa continuare a ripetersi per permettere a tutti di vivere queste belle emozioni”.

“Sicuramente, essendo la prima esperienza, alcune cose potrebbero essere migliorate. Ciò non toglie che la Giornata Europea 2016 sia stata una delle esperienze più emozionanti vissute finora”.

In occasione della Giornata Europea, svoltasi il 21 maggio 2016, gli studenti delle cassi II, III e IV dei diversi indirizzi dell’Istituto “F. Alderisio” di Stigliano, coinvolti nel progetto Erasmus+ “L’Effet Papillon”, si sono dedicati con passione ed entusiasmo all’approfondimento delle radici storiche di tale ricorrenza per avere un quadro ancora più chiaro dell’importanza della nascita dell’Unione Europea nella vita di tutti i suoi cittadini. Infatti, la Giornata Europea nasce come festa di commemorazione della famosa Dichiarazione Schumann, pronunciata dall’allora ministro degli esteri francese il 9 maggio 1950. La sua proposta prevedeva l’eliminazione del contrasto secolare tra Francia e Germania attraverso la comunione della produzione franco-tedesca del carbone e dell’acciaio, nel quadro di un’organizzazione cui potessero prendere parte anche altri Paesi europei. È stato questo il primo passo verso quella che è oggi chiamata e conosciuta come Unione Europea. Nel corso degli anni tanti traguardi sono stati raggiunti, ma la strada verso un’unione vera e propria sembra essere ancora lunga.

L’impegno a sentirsi sempre più parte attiva di questa nuova realtà nasce anche, se non soprattutto, da queste occasioni, che fungono da volano per le nuove generazioni, pronte a mettersi in gioco in prima persona spinte dalla curiosità di conoscere ciò che sembra culturalmente distante da loro. È proprio grazie a tale slancio che è possibile credere nello sviluppo di un sentimento europeo appartenente sempre più a una generazione che non si limita ai confini nazionali.

 

ALUNNI E DOCENTI IN MOBILITA'

Mobilità in Francia nella città di Lens.

ClasseTerza Servizi Commerciali: Giusy Biancaccio, Maria Molfese, Maria Francesca Labbate, Sabrina Polidoro

Docenti accompagnatori: Prof. Leonardo Tucci, Prof. Francesco Viggiani

 

Mobilità in Germania nella città di Übach-Palenberg

Classe Terza Liceo Scientifico: Francesco Barisano, Niccolò Bruno

ClasseTerza Servizi Commerciali: Anna Giannantonio

Docenti accompagnatori: Prof.ssa Balacco Maria

 

DOCENTE REFERENTE DEL PROGETTO

Prof.ssa Di Napoli Carmela

 

DOCENTI INCARICATI

Prof.ssa Annunziata Lucia

Prof.ssa Balacco Maria

Prof.ssa Colucci Ilenia

Prof.ssa Epifania Letizia

Prof. Raddi Francesco (responsabile sito web e comunicazione sui social)

Prof. Sansone Giovanni

Prof. Tucci Leonardo

Prof. Viggiani Francesco

 

RESPONSABILE AMMINISTRATIVO

Dott. Capistrano Mariano

“Il minimo battito di ali di una farfalla è in grado di provocare un uragano dall’altra parte del mondo”

Recita così un proverbio cinese, che descrive come un gesto piccolo e quasi insignificante come l’impercettibile battito di ali di una farfalla possa generare qualcosa di inaspettato, in grado di produrre un effetto a catena. È su questa idea che si fonda il progetto Erasmus + 2015-2018, non a caso intitolato L’effet Papillon. Uno dei suoi obiettivi principali risiede nella volontà di sottolineare e condividere, in chiave europea, la bellezza delle idee, delle invenzioni e delle azioni nate dall’interesse, dalla curiosità e dalla necessità di trovare soluzioni ai grandi problemi del mondo per non restare passivi, consapevoli che ogni minimo gesto può rappresentare la radice invisibile di un cambiamento importante, che tanti piccoli battiti d’ali possono avere ripercussioni anche al di fuori dei confini locali.

OBIETTIVI GENERALI:

  • Far prendere coscienza dell’esistenza di un’Europa unita nonostante le differenze culturali;
  • Trasmettere ai giovani l’importanza di condividere e tutelare il patrimonio storico, culturale e artistico di ogni Paese e regione d’Europa;
  • Insegnare ad accettare le differenze come fonte di ricchezza e di valore inestimabile, al fine di tramandare i principi morali ed etici di rispetto, tolleranza e accoglienza;
  • Sviluppare il senso di cittadinanza attiva e di appartenenza a un’Europa unita;
  • Potenziare l’apprendimento delle lingue straniere consentendo la comunicazione e la conoscenza di una cultura diversa;
  • Stimolare a viaggiare per aprire le menti, esplorare nuovi orizzonti, maturare un forte senso critico;
  • Internazionalizzare l’istituto scolastico, offrendo una dimensione europea all’insegnamento, alle pratiche e alla comunità locale;
  • Cooperare a livello internazionale al fine di migliorare le pratiche educative nell’ambito dell’organizzazione e gestione del sistema scolastico.

ATTIVITÀ IN GENERALE:

  • Visite nelle città, nei musei, visione di film, serate e cene di socializzazione, attività sportive, …
  • Coinvolgimento degli enti locali e visite presso municipi e altre istituzioni, organizzazione di azioni di volontariato, …
  • Elaborazione di test, commenti, video, presentazioni, …
  • Giornate porte aperte, Festa d’Europa, …